top of page

CASA DELLA CULTURA DOMINICANA A ROMA

Il presidente Luis Abinader si impegna per una Casa della Cultura Dominicana in Italia

Roma 27-05-2024. Il Presidente della Repubblica Dominicana, Luis Abinader, si impegna per “una Casa della Cultura Dominicana in Italia. La proposta è stata ideata dal Console Generale di Milano Arlene Peña del Orbe, e presentata durante l'evento con la comunità domenicana del 27 maggio, nell'ambito della visita ufficiale del presidente della Repubblica Dominicana a Roma. La promotrice culturale, giornalista e artista dominicana Rita Valenzuela ha presentato la petizione come voce dei dirigenti popolari che hanno sostenuto il Console Generale nelle recenti elezioni, e delle associazioni domenicane in Italia riunite nel movimento culturale Más Cultura.

La richiesta è per la creazione di una Casa della Cultura Domenicana in diverse parti del territorio italiano, a cominciare da Roma. Il presidente Abinader ha risposto positivamente a questa proposta, manifestando il suo sostegno all'iniziativa ma solo ad una.Durante lo stesso evento, il giornalista ha ottenuto una risposta positiva alla proposta dell'Ambasciatore della Repubblica Dominicana in Italia Tony Raful Tejada. “Il Presidente Abinader ha una grande sensibilità nei confronti della cultura perché la cultura è tutto”, ha risposto con entusiasmo l'Ambasciatore.
La Casa della Cultura Dominicana in Italia fungerebbe da centro per la diffusione e la promozione della cultura dominicana, compresi aspetti come la musica, l'arte, la letteratura, la gastronomia e altre tradizioni.

Questo progetto non solo rafforzerebbe i legami culturali tra la Repubblica Dominicana e l'Italia, ma fornirebbe anche un luogo di incontro e sostegno alla comunità domenicana in Italia, facilitando la conservazione e la celebrazione della loro identità culturale. La risposta favorevole del Presidente Abinader alla petizione di Rita Valenzuela sottolinea il suo impegno nella promozione della cultura e nel sostegno ai dominicani all'estero

 

Associazioni promotrici della Casa della Cultura Dominicana in Italia: presidente di Mas Cultura Beatriz Acosta, Unione dell'Arte e del Folklore Dominicano in Italia ( FolkloreArte) Presidente di I am Dominican Here and There Ricardo Antonio Hernandez, Presidente ll Tempo delle Donne Rita Valenzuela, Presidente Asociación APS Quisqueyanos in Napoli Tania Pimentej, Presidente Dominicana Parata in Italia Antonio Fulcar, Presidente Donicris Rosa Basilio, Presidente Las Mariposas RD Europe Johanny Tapia, Presidente Dominican Passion Raquel de la Cruz, Associazione Socioculturale e artistica Destellos de mi tierra RD, Emperatriz Martinez, presidente, Associacion Cultural Bohio presidente Heribe Adriana Reyers, Associazione Sportiva Dilettantistica Domext ASD presidente Osvaldo Jimenez, STILE LIBRE (A D S D) presidente Nurys Yuli, Roots RD presidente Fanny Gomez Mota

Al termine dell'evento è stato intervistato sull'argomento anche il responsabile dell'Ufficio INDEX Italy, Julio Cesar Garden Regalado, il quale ha affermato che “accettare la proposta è molto positivo, la prima potrebbe essere a Roma, essendo la capitale , è molto importante perché rafforza il lavoro che le associazioni stanno facendo per far conoscere la cultura e la storia dominicana, mentre Giovanni Hernandez, responsabile finanziario di INDEX – Italia, ha risposto dicendo: "È stata una buona risposta da parte del presidente alla richiesta". che Rita Valenzuela gli ha proposto come luogo fisico dove i domenicani e gli italiani possano andare per conoscere meglio la cultura dominicana, sarebbe eccellente." La realizzazione di questo progetto dipenderà dalla collaborazione tra i governi di entrambi i paesi e gli organismi culturali dominicani associazioni, nonché la partecipazione attiva della diaspora dominicana in Italia.

L'iniziativa è promossa da associazioni e gruppi culturali di Roma: presidente di ll Tempo delle Donne Rita Valenzuela, presidente di Associazione Sportiva Dilettantistica Domext ASD Osvaldo Jimenez, presidente di Parata Dominicana in Italia Antonio Fulcar, Dominicanos Pura Sepa, presidente di Raíces RD Fanny Gomez Mota, Los Reales de Roma, Los Cerveces, Corro Dom, Comunità Cattolica Domenicana in Roma, Las Guerreras de Fè, Las Ciguas Palmeras e Oltre il Pregiudizio.

presidente visita italia roma.jpg

Chiedono la Casa della Cultura Domenicana a Roma

ROMA.-Un gruppo di organizzazioni e dirigenti culturali, composto da domenicani residenti in Italia, ha chiesto al presidente Luis Abinader che la Casa della Cultura Dominicana, promessa durante la sua visita in quella nazione, venga aperta in Roma, capitale di quella nazione, a causa che il luogo non è mai stato specificato. 

I responsabili culturali Rita Valenzuela, Osvaldo Jiménez, Manuel Ortiz Santana, comprendono che Roma è la città ideale per la sede di questa importante opera, dopo aver affermato che potrebbe avere diverse giustificazioni strategiche e culturali che potrebbero avvantaggiare sia la Repubblica Dominicana che l'Italia.

“Roma è l’unica capitale al mondo dove risiedono più di 70 Istituti di Cultura Straniera. In seguito al Grand Tour sorsero le sedi degli Istituti e delle Accademie di molti paesi del mondo con residenze prestigiose e imponenti. 

“È proprio dove la cultura dei popoli vicini e lontani dall’Italia è costantemente rappresentata attraverso biblioteche, congressi, convegni e incontri di accademici stranieri e locali, rappresentazioni teatrali, concerti”. ha dichiarato Rita Valenzuela, che ha presentato la richiesta al Presidente Abinader durante la sua visita in quella nazione.

I promotori culturali sostengono che avere una Casa della Cultura Dominicana a Roma consentirebbe alla Repubblica Dominicana di proiettare e promuovere la sua cultura, storia e tradizioni su un palcoscenico internazionale. 

Un altro vantaggio e vantaggio che i promotori sottolineano è che una Casa della Cultura a Roma potrebbe fungere da finestra per il turismo dominicano, promuovendo il paese come destinazione attraente per gli italiani e gli altri europei che visitano Roma e ciò aiuterebbe anche a rafforzare i legami tra i Repubblica Dominicana e Italia, facilitando lo scambio culturale, educativo e artistico tra i due paesi.

La richiesta arriva dalle organizzazioni Tempo delle Donne, Domext, Yo Soy Domi, Dominicanos de Pura Sepa, Los Reales de Roma, Los Cerveces, Corro Dom, Comunità Cattolica Domenicana di Roma, Las Guerreras de Fè, Las Siguas Palmeras, Oltre il Pregiudizio , Raice RD, i cui gestori organizzano gli eventi più importanti in Italia. Professionisti dominicani come la chef Joayda Herrera, il coreografo Yuddy Moreta, nonché rappresentanti della Chiesa come il Rev. Padre Edwuar Vongales Valdez si sono uniti alla petizione.

Il presidente Luis Abinader ha avuto un'udienza con Papa Francesco
timbri, timbres
Il Presidente Abinader ha incontrato il Presidente della Repubblica Italiana

Roma 27/05/2024. Il Presidente Abinader ha incontrato nella Sala Bronzino il Presidente della Repubblica Italiana. Questo evento prevedeva la presentazione delle rispettive delegazioni e una foto ufficiale davanti alle bandiere di entrambi i paesi.

Discussione ufficiale: i due rappresentanti e le loro delegazioni si sono spostati nella Sala degli Arazzi di Lille per iniziare le discussioni ufficiali. Durante queste conversazioni sono stati discussi argomenti di reciproco interesse, rafforzando i rapporti diplomatici e la cooperazione tra i due paesi.

Addio in Sala Bronzino: Per concludere i colloqui, i due Capi di Stato sono tornati nella Sala Bronzino, dove il Presidente Abinader è stato formalmente destituito dalla carica di Capo dello Stato italiano. Dopo aver ricevuto le corrispondenti onorificenze, il presidente Abinader ha lasciato il Palazzo del Quirinale.

Questi tipi di visite ufficiali riguardano le relazioni diplomatiche e incoraggiano la collaborazione in diversi settori come l’economia, la cultura e l’istruzione. Inoltre, forniamo una piattaforma per discutere questioni di interesse comune e sviluppare strategie congiunte per affrontare questioni globali e regionali. La formalità e il protocollo seguiti in questi eventi riflettono il rispetto e la serietà con cui entrambi i paesi apprezzano le loro relazioni bilaterali.

Roma 27-05-2024. Il 27 maggio il presidente della Repubblica Dominicana, Luis Rodolfo Abinader Corona, ha avuto un'udienza con Papa Francesco nel Palazzo Apostolico del Vaticano. L'evento, durato 30 minuti, è stato descritto come cordiale e familiare, poiché erano presenti la moglie del presidente e i suoi tre amici. Secondo il direttore della Sala Stampa vaticana, Matteo Bruni, il dialogo verte su temi di reciproco interesse e sulla presentazione della Chiesa sull'educazione e la carità nella Repubblica Dominicana.

Dopo l'udienza con il Papa, il Presidente Abinader ha incontrato in Segreteria di Stato il Cardinale Segretario di Stato, Pietro Parolin, e Mons. Paul Richard Gallagher, Segreteria per i Rapporti con gli Stati e le Organizzazioni Internazionali. Nel corso di questi "cordiali colloqui", secondo un comunicato della Sala Stampa vaticana, è stata espressa soddisfazione per le buone relazioni bilaterali e l'intenzione di continuare a rafforzarle. È stato evidenziato il coraggioso contributo della Chiesa nel campo educativo e caritativo del Paese.

Inoltre, sono stati discussi temi di interesse comune come la migrazione e la situazione regionale, riaffermando l'impegno reciproco a lavorare per la buona comunità del popolo dominicano.

Come possiamo esserti utili?

39 347 682 6636 messaggio WhatsApp

bottom of page